venerdì 20 aprile 2012

La zuppa di Fra' Giustino


Ieri era una giornata particolarmente fredda e, come vedete, ho acceso il camino. Nel fare questo, mi sono ricordata della "Zuppa di Fra' Giustino",  la zuppa che i frati cappuccini erano soliti dare ai poveri che bussavano al loro Convento. Per le sue proprietà organolettiche, inoltre, viene chiamata anche "Zuppa della salute". Questa pietanza ha tre enormi vantaggi: è salutare,  è squisita ed è economica, il che, in questo periodo di crisi, non guasta di certo. Come in tutte le cose buone, però, necessita di molto tempo per la preparazione. E' importante che la zuppa sia cotta in una pentola di coccio e che sul fornello sia posto uno spargifiamma. Ed ora bando alle chiacchiere e procediamo.

Ingredienti per 6 persone:

3 cipolle medie o 5 cipollotti
2 carote medie 
3 coste di sedano
100 gr. di guanciale o, in mancanza, pancetta tesa
400 gr. di pelati
1 Kg di bieta 
2 Kg di fave (al netto 400/500 gr.)
olio extravergine di oliva qb
sale qb
peperoncino qb


Procedimento:
Facciamo un soffritto con le cipolle, le coste di sedano e le carote tagliate a dadini. Una volta appassito il soffritto, aggiungiamo il guanciale, tagliato a listarelle, e lasciamolo rosolare. Frulliamo i pelati con il mixer ed uniamoli agli altri ingredienti. Lasciamoli insaporire per 15 minuti a fuoco bassissimo. Aggiungiamo la bieta, anche essa tagliata a listarelle, ed ancora lasciamo insaporire per circa 20 minuti. Se necessario aggiungiamo un bicchiere di acqua calda. Infine mondiamo le fave ed aggiungiamole al resto insieme a 16 mestoli di acqua calda.  Alziamo leggermente la fiamma fino a che non si raggiungerà di nuovo il bollore. A questo punto lasciamo cuocere la zuppa a fuoco bassissimo, mia madre direbbe "lasciamola pipiare", per 4 ore. Aggiungiamo il sale ed il peperoncino.
Prepariamo ora delle fette di pane abbrustolito e poniamole dentro una fondina di coccio. Versiamoci sopra la zuppa e prima di servirla attendiamo qualche minuto. 

Consigli
Non amo i prodotti surgelati ma, vista la lunga preparazione, vi consiglio di preparare una dose maggiore di quella che vi occorre e di porre, questa, nel freezer. Potete consumarla entro 20 giorni.


2 commenti:

  1. Paola...ma è bellissimo!!!! mi piasce da morire..tutto mi piace..la foto che hai messo..le ricette... stupendo!!! verro' sicuramente a trovarti per qualche ricettina..mmmmm buono!!! bravààààà....baci <3

    RispondiElimina
  2. Grazie davvero, Nunzia. Contenta che ti piaccia. Un bacione a te.

    RispondiElimina

Benvenuto in Ricette e Segreti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...